giovedì 13 marzo 2014

QUANDO LA POESIA è DONNA


(Cettina G.)

NON  'CHIUSI  ' N OCCHIU


Non 'chiusi 'n occhiu 'n tutta la nuttata,
mi mittisti na vampa ntra li vini... 
sinteva la to vuci appassiunata
e non putìa spizzari li catini

c'ancora mi tinèvanu attaccata
a ddi mumenti d'estasi ,divini
Pinzava a la to vucca,villutata
e a ddu vasuni ca n'avia chiù fini.

Oh,com'una si senti frasturnata
si la ragiuni lu cori cuntrasta!
Ju ti vasai trimannu, sbarruata.

Mi mancava la vita e la parola;
'n filu di vuci ti diceva ...basta,
ma l'arma ti dicìa : Vasami ancora!

"Graziosa Casella"
 




NON HO DORMITO.....

 Non ho dormito per tutta la notte
hai acceso un fuoco nelle vene  
sentivo la tua voce appassionata
e non potevo spezzare le catene
che ancora mi tenevano legata
a quei momenti d'estasi ,divini.
Pensavo alla tua bocca vellutata
e a quel bacio che non aveva fine.
Oh come ci si sente frastornati
se la ragione contrasta il cuore!
io ti baciai tremando,impacciata
Mi mancava la vita e la parola;
un filo di voce diceva...basta,
ma l'anima diceva :baciami ancora!

                                                                                 


                                                                           
La poetessa Graziosa Casella (Catania 1906/1959) può essere considerata la poetessa della passione amorosa e dell'amicizia; prese parte attiva ai movimenti poetici del dopoguerra e fu l'unica poetessa a partecipare con successo alla vita culturale catanese ,oltre ad essere l'unica a scrivere con maestria in dialetto, sebbene non abbia lasciato traccia di pubblicazioni in antologie, sebbene abbia lasciato oltre 200 opere . La sua vita fu travagliata ed abbastanza tormentata da vari amori. Collaborò con il giornale"Lei é lariu" divenendone aiuto-redattore sino alla morte e dove pubblicò alcune sue poesie .Donna emancipata partecipò con fervore alle dispute letterarie dell'epoca districandosi fra le varie correnti.  Graziosa fa parte di quella schiera di donne che hanno dovuto affrontare un mondo di violenze fisiche e psicologiche, per affermare il loro valore, la loro dignità ed i loro principi.
 (notizie tratte da "Arsura D'Amuri" di A. Patti)




32 commenti:

  1. Cara Cettina, queste si che sono delle belle poesie, io non conoscevo per niente questa brava poetessa.
    Grazie di averle condivise, ciao e buona giornata.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Tomaso questa poetessa ,ha dovuto lottare per la sua indipendenza, e per evidenziare la sua cultura e le sue qualità in un mondo tutto maschile. Grazie per il commento,ciao

      Elimina
  2. Che poesia meravigliosa...molto passionale...non la conoscevo...
    grazie per questo post


    Un abbraccio Sabrina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono versi scaturiti da un'anima sensibile di una donna intelligente e colta. Ciao

      Elimina
  3. Un vernacolo piacevolissimo, esaltato da versi d'amore molto intensi
    Grazie per questa bella proposta poetica, Cettina, un abbraccio,silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bisogna fare conoscere le donne di alta elevatura ,che hanno combattuto per la propria indipendenza e la libertà. un abbraccio

      Elimina
  4. Molto appassionata questa poesia, che ho gustato al naturale (piano piano ) senza la traduzione. Ciao Cettina grazie e buona serata Rita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. brava Rita che sei riuscita a gustare la vera anima della poesia nella sua naturalità. Ti abbraccio

      Elimina
  5. Ciao cara,
    non conoscevo la figura di Graziosa... grazie d'avercela proposta...
    ... mi piace tantissimo la sua poesia, in particolare lo stralcio:
    "Oh,com'una si senti frasturnata
    si la ragiuni lu cori cuntrasta!" ...
    ... ho potuto gustarmela in dialetto siciliano senza difficoltà, essendo d'un siciliano figlia ^-^ !
    Immagino le violenze fisiche e psicologiche da lei subite x affermarsi, essendo donna in una terra in cui "à fimmina" (sopratutto negli anni passati) doveva stare "zitta e muta" e cedere il passo all'uomo in ogni dove... conosco bene questa realtà, purtroppo...

    Un abbraccio, Cetty!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Maddy ,Graziosa è stata veramente una donna eccezionale, dato il luogo ed i tempi del suo vissuto.Ha combattuto contro tutti, anche a difendere amori fuori dal matrimonio e più giovani di lei. Non aveva paura di censurare poetucoli che volevano pubblicare sul suo giornale e la sua opinione veniva rispettata da tutti i colleghi maschi.
      Una vera donna sicura di sè, nonostante le umili origini,ma colta e preparata.
      Un bacio

      Elimina
  6. Cara Cetty, mi piace molto questa poesia, e letta in dialetto trovo sia molto più passionale.
    Complimenti all’autrice.
    Un caro abbraccio a te

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Betty le donne sono una forza e ragionano con il cuore.
      Ne pubblicherò altre. Ti abbraccio

      Elimina
  7. Dolcissimi versi avvolti dalla passione!
    Un abbraccio e buona giornata da Beatris

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Beatrice ricambio il tuo saluto,un abbraccio.

      Elimina
  8. Bella e passionale!Sono riuscita a leggerla in dialetto.Mio padre era siciliano.Baci,Rosetta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rosetta,mi fa piacere che sei riuscita a leggere il dialetto; con gioia vengo a conoscenza delle origini siciliane dei genitori,anche Maddy mi ha scritto la stessa cosa ..Un caro abbraccio

      Elimina
  9. Capperi !!!!!!
    Sa di sole, sa di amore, sa di passione ..... quella che solo un'isola come la Sicilia sa donare!
    Non per niente ho sposato un siciliano e con lui ho abbracciato la sua terra!!!!!!!
    Bella scelta ....... c'è tanta passione in questi versi!
    Buon fine settimana Cettina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elisena carissima, sono felice di ritrovarti e ciò mi fa capire che stai bene.ho scelto di fare conoscere la poetessa Graziosa, perchè ella rappresenta un tipo di donna forte, colta , coraggiosa e passionale.Hai ben scritto nella terra del sole c'è tanta passione ,in parte anche trasmessa da Arabi e Spagnoli che si sono amalgamati con i Greci ,Siculi e Sicani.
      Un forte abbraccio

      Elimina
  10. Grazie per avermi fatto conoscere questa poetessa e anche per aver messo la traduzione perché alcune parole non le avrei comprese.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara Krilù è sempre bello conoscere donne che si contraddistinguono.La traduzione serve perchè i dialetti non sono espliciti per tutti.Un caro abbraccio

      Elimina
  11. ciao... neppure io conoscevo questa poetessa..grazie per avercela presentata... una poesia bellissima..piena di colore vitale... e di amore bello e intenso..ciao.buona domenica ..luigina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nessun sentimento è forte ed intenso come l'amore capace di dare emozioni. Un caro saluto

      Elimina
  12. cara Cetti, ho letto questa poesia, meno male che l'hai tradotta in italiano, altrimenti alcune parole non le avrei capite. Comunque molto bella! ciao m.grazia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao M. Grazia, il dialetto è quello catanese ed alcune espressioni sono più desuete.Con la traduzione l'hai potuto apprezzare.
      Un grosso bacio

      Elimina
  13. Cara Cettina, hai fatto bene a presentare questa alta figura femminile, poco conosciuta.
    I versi, in parte, ci fanno capire i suoi sentimenti.

    Bacioni a te.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' sempre interessante conoscere donne di un certo livello.
      Ti abbraccio

      Elimina
  14. ciao Cetty, come stai?
    grazie di averci fatto conoscere questa poetessa appassionata
    ti abbraccio

    RispondiElimina
  15. p.s.ho letto solo ora la fonte da cui hai attinto,peccato che non c'ero,anche se ero in luoghi di "beatitudine"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Graziella bentornata, la presentazione del libro è stata interessante e piacevole.
      A presto , ti abbraccio

      Elimina
  16. Una poesia piena di focosa passione, scritta in dialetto, poi, rende ancora di più. Bella!

    RispondiElimina
  17. dopo la primavera ho trovato questa poesia. Bellissima espressione di passione e beatitudine di tormento ed estasi. è lo specchio delle donne, il cuore detta loro la via prima della ragione e molto spesso le porta a soffrire immensamente. Ma guai a perdere la nostra intima natura anche in questi tempi di individualismo e durezza. Ho capito ildialetto e l'ho gustata. Ciao daniela.

    RispondiElimina
  18. Leggo solo ora questa poesia di mia nonna. Sono il nipote di Casella Graziosa e tutto ciò che la fa ricordare è per me gradito. La ringrazio per questa pubblicazione.
    Davide Ferrara

    RispondiElimina