venerdì 8 novembre 2013

TRAVAGLIO





Sul vostro egoismo
ho costruito
 la mia casa,
testuggine di pietra
in balia di onde
 tempestose e roboanti.
Mi lascio trascinare
da un porto all'altro,
ma riprendo
 sempre la meta
riaffiorando
 dal cupo solco
da dove poi sprofondare
negli abissi dell'inquietudine.
Mentre vago
 tra la spuma dell'indifferenza,
una sottile scia di luce
 mi cattura,
mi avvolge
 in una vorticosa spirale
e mi trascina
 dove il profondo
 mi confonde
mentre una brezza leggera
 mi bacia.
Oh! grembo materno
mai  dimenticato...
Oh! senso di quiete eterna
 dagli anfratti stanchi...
mi culla
 una ninna nanna
 mai ascoltata
pervasa di forti
 e penetranti odori
che mi stordiscono.......
( Cettina G,)


(foto dal web )

41 commenti:

  1. Profonda poesia!Quando si soffre,riaffiorano i ricordi della prima infanzia,quella quiete e sicurezza che ci davano i grandi!Baci e buon fine settimana!Rosetta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il caos e le superficialità della vita odierna ti porta ad estraniarti cercando rifugio in una forma quasi ancestrale quale può essere il seno materno virtuale. Ti auguro una buona domenica

      Elimina
  2. Un brano autoreferenziale, in cui l'autrice tratta del proprio travaglio esistenziale, per contrastare il quale ha apprestato delle difese, che tuttavia non bastano a mitigare l'amarezza.
    Ecco che allora intervengono i ricordi più cari, quelli dell'infanzia, quando la voce materna, in guisa di una nenia, bastava a rassicurala.
    Un brano intenso, elegante, riuscito, in una parola: encomiabile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Antonio grazie per il tuo intervento puntuale e preciso nell'interpretazione del significato intrinseco dei versi in quel rifugiarsi nella parte più intima e virtuale di un'anima ancora non contaminata . Buona domenica

      Elimina
  3. Stupende immagini del profondo, a narrare d'un'inquieutdine di vita, resa più vivibile da quelle sensazioni di certezza, che solo l'ambito familiare sa rendere
    positive....
    Poesia molto bella, apprezzata tanto.
    Buon pomeriggio e un abbraccio, Cettina, silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara Silvia ,grazie per l'interpretazione che hai saputo cogliere in ciò che volevo esprimere.Buona domenica

      Elimina
  4. Quanta tristezza in questi versi intensi, cara Cettina.

    Poesia emozionante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Gianna nei miei versi non devi leggere tristezza ma ricerca di una subblimazione in un 'epoca superficiale ed egoista. Ti abbraccio e ti auguro buona domenica

      Elimina
  5. Più forte è la sofferenza di vivere, più forte è il desiderio di tornare nel ventre materno o almeno di essere circondata e rassicurata come solo le braccia di una madre possono fare. Questa è la fatica di vivere che non ci abbandona mai!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara Ambra grazie per la bella rilettura che hai dato ai miei versi. Ti abbraccio e ti auguro una buona domenica

      Elimina
  6. E sempre piacevole leggere queste tue poesie

    ciao buon fine settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tiziano ti ringrazio per la visita e ti auguro una buona domenica

      Elimina
  7. ciao Cettina, bellissima e struggente questa poesia, molto coinvolgente, complimenti, una descrizione dleudente del vivere di oggi, difficile, insicuro, spesso senza speranze per il futuro, ci costruiamo una corazza per difenderci, ma spesso non basta, perche' troppe cose ci amareggiano, si vorrebbe tornare indietro, ai tempi in cui eravamo protetti e sereni, invece adesso siamo sempre in prima linea e dobbiamo lottare per sopravvivere,
    bravissima, cioa a presto rosa, buona serata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Rosa tutto ciò che hai scritto aderisce perfettamente a ciò che volevo esternare.Un forte abbraccio

      Elimina
  8. Una corazza costruita addosso per non soccombere, che diventa lieve solo nel ricordo di chi ci ha dato la vita...stupendi versi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Rosanna hai dato una giusta rilettura ed esatta interpretazione ai miei versi . Ti auguro una buona domenica

      Elimina
  9. Versi profondi ed struggenti, c'è l'anima in questa tua lirica..e si sente. Veramente molto bella, emozionante.
    Un abbraccio e buon fine settimana. Stefania

    ho lasciato un altro commento ma non lo vedo, ogni tanto capitano cose strane....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Stefania ,grazie per la visita ed il piacevole commento. Spesso capita anche a me di non leggere alcuni commenti lasciati nei vari blog ,forse a causa della connessione. Ti abbraccio

      Elimina
  10. Ciao Cettina,
    ma che versi pieni di sentimenti e sensazioni, come sempre sei bravissima!!!
    Buon week end :D

    RispondiElimina
  11. Ciao cara Audrey ti ringrazio e ti auguro una buona domenica.

    RispondiElimina
  12. Cara Cettina, tutti noi ci costruiamo una corazza per difenderci dalle intemperie della vita… e il grembo materno è come un’oasi dove rifugiarsi in certi momenti…
    Un abbraccio e buon w.e.

    RispondiElimina
  13. Cara Betty hai individuato il messaggio di ciò che ho scritto. Ti abbraccio e ti auguro una buona domenica

    RispondiElimina
  14. Bellissima poesia, penso che tutti vorrebbero i baci della mamma. Quando eravamo piccoli magari non apprezzavamo quei momenti che adesso ci mancano. un bacio m.grazia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao M.Grazia ,purtroppo nella vita attraversiamo difficoltà ,che ci costringono all'autodifesa ed a voler cercare rifugio in noi stessi. Ti ringrazio e ti mando un grosso bacio

      Elimina
  15. le nostre corazze si costruiscono per sopravvivere alle insicurezze e alle inquietudini,ma talvolta è necessario tornare più lontano nel tempo, fino all alle origini,quando una carezza bastava a darci serenità e sicurezza.
    ancora buonanotte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il ritorno alle origini è inteso in modo simbolico e rappresenta il rifugio della mente. Ciao ,buona serata ed a presto

      Elimina
  16. Di giorno in giorno la vita si fa sempre più dura.....magari si potesse tornare indietro nel tempo....
    Buona domenica e complimenti per la lirica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo indietro non si può tornare ma la nostra mente può fare voli pindarici. Buona serata ,A presto

      Elimina
  17. Dopo un favoloso "Nessun dorma", una favolosa poesia. Questa sera vado a letto felice. Ciao Cettina, buona settimana.

    RispondiElimina
  18. Caro Elio sei sempre "un cavaliere" Buona notte

    RispondiElimina
  19. Un travaglio interiore dove l'anima si sente sperduta, anche se ci siamo costruiti una corazza è difficile sopravvivere .
    Cosi la mente si rifugia nei ricordi più cari, che davano sicurezza.
    Ho molto apprezzato questi versi.

    Ciao Rachele
    Scusa la mia poca presenza ,Non per volontà propria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rakel grazie della visita e della bella interpretazione . Non ti preoccupare per la mancanza di assiduità,ci sono situazioni più importanti. Ti abbraccio

      Elimina
  20. mi culla
    una ninna nanna
    mai ascoltata
    .....bellissimo!
    Una poesia che cela un travaglio profondo che si confonde con la speranza che mai abbandona... Un piacere sempre leggerti
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Paola per il commento personale e gradito. Ti abbraccio

      Elimina
  21. Una poesia molto delicata ma nello stesso tempo intensa e terribilmente struggente!
    La nostra mente alla ricerca dei ricordi più cari!
    Un abbraccio e buona giornata da Beatris
    Un grazie per la tua sempre presenza al mio blog!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie anche a te cara Beatrice del gentile commento attento e puntuale.E' un piacere visitare il tuo blog .Ti abbraccio

      Elimina
  22. ciao... una poesia intensa e piena di interiorità, guardarsi dentro e ricordare ciò che si è vissuto è un modo di vivere il presente in modo pieno...ciao.. buona serata..luigina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Luigina hai dato la giusta rilettura alla mia lirica .Ti auguro un buon sabato,ti abbraccio

      Elimina
  23. Buongiorno Cettina,
    scusa se invado nuovamente questo spazio, ma ti ho scritto attraverso Google + e non mi è giunta risposta; mi servirebbe il tuo recapito-mail perché vorrei spedirti il video dell'intercettazione canora. ^__*
    Puoi farmelo avere? Il mio indirizzo è nigeldavemportCHICCOCCIOLA.it
    Un cordialissimo saluto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Antonio ,ho letto solo ora il tuo messaggio per i problemi ,che ho spiegato e ti ringrazio tantissimo per la tua gentilezza.ma per fortuna il problema è momentaniamente risolto,per cui ho potuto ascoltare la divertente interpretazione, infatti pensavo di lasciarvi un commento al post. Io per dirti la verità non leggo spesso la mail di Google+ ma la mia personale :cettygiugno@live.it . Ti ringrazio moltissimo del pensiero, verrò presto a trovarvi ,un abbraccio

      Elimina
  24. Ciao Cetty,
    nemmeno io uso e leggo le mail di Google+ che in verità mi sembra un'applicazione un po' complicata ;-)
    Grazie per il garbato riscontro e per avermi indicato il tuo indirizzo di posta elettronica.
    Ricambio di cuore l'abbraccio.

    RispondiElimina